Presente!2019

direzione artistica Kira Ialongo e Domenico Casamassima
consulenza artistica Valentino Villa
con accompagnamento critico di Teatro e Critica

#fancy-title-5c4170103a31f a{ color: #393836; }

INSCENA!/TIBERI

#fancy-title-5c4170103a4fc a{ color: #393836; }

UN TRAMEZZINO TAUTOLOGICO

#fancy-title-5c4170103a69d span.rounded{border-radius:3px;} #fancy-title-5c4170103a69d span.full_rounded{border-radius:50px;} #fancy-title-5c4170103a69d a{ color: #393836; }

di Mauro Tiberi
Supervisione artistica di Letizia Russo e Paolo Zuccari

#fancy-title-5c4170103a86d a{ color: #393836; }

8 | 9 | 10 FEBBRAIO 2019 – VEN/SAB H 20.30 | DOM H 18.00

#fancy-title-5c4170103aa2d a{ color: #393836; }

VENERDI 8 | INCONTRO/DIBATTO APERTO AL PUBBLICO CON LA COMPAGNIA, CONDOTTO DA TEATRO E CRITICA

#fancy-title-5c4170103ac00 a{ color: #77746f; }
“Tu sei troppo contorto per le cose belle. Tanto da confondere la bellezza con la banalità.”
L’amore è bello e tutto quanto ma può generare tramezzini tautologici. Oltretutto è pericoloso e se non si hanno a disposizione gli strumenti e le conoscenze necessarie può diventare addirittura letale. Nello spettro dei rischi d’amore ideato dal Dottor Orange, nella migliore delle ipotesi si ha un forte mal di testa accompagnato da violenti spasmi inguinali mentre nella peggiore il cosiddetto tramezzino tautologico, ovverosia quella particolare predisposizione psicologica all’autodistruzione consapevole. In realtà non esiste alcuno spettro dei rischi d’amore ideato dal Dottor Orange. Ciò che esiste è la vicenda di Mauro e del suo tramezzino tautologico. La storia di un uomo che sa amare solo quando è solo, spasimando nell’ombra e tenendosi tutto dentro. Ma quando questo suo amore ideale si fa amore reale di qualcun altro diventa irrimediabilmente perduto per sempre. La reazione di Mauro alla notizia che Francesca, la donna che ama fin dalle elementari, sta per avere un bambino da un certo Leonardo lo annebbierà per più di otto mesi, confondendolo e allontanandolo dalla realtà. La notte del parto sarà il momento della scelta che lui racconterà, registrando un audio cassetta, a Nausicaa, la sua nipotina che l’indomani compirà un anno di vita. Un lascito, un’ultima storia di un drammaturgo che non ha più niente da raccontare e nemmeno un motivo per mentire. Un lamento tragico di chi è rimasto vittima delle sue incapacità relazionali.  
NOTE DI REGIA – Un tramezzino tautologico nasce nel 2018 all’interno del Laboratorio permanente di Drammaturgia proposto dalla scuola di recitazione Teatro Azione sotto la guida di Letizia Russo e Walter Vespertini. Terminata l’ultima stesura è stato poi messo in scena in forma di prova aperta al pubblico con la supervisione di Paolo Zuccari. Durante questa seconda fase del progetto si è comunque continuato a lavorare sulla drammaturgia sfruttando la visione e l’idea che Paolo Zuccari ha avuto del testo. La direzione scelta per la messa in scena è stata quella di rendere evidente l’ironia crudele della vicenda evidenziando il disagio del personaggio. Ci si è imposti di evitare ammiccamenti al pubblico, di cancellare lo scalino che divide una “battuta” dalla battuta e di conseguenza si è posta una trasparente quarta parete che da un lato lasciasse completamente da solo l’attore mentre dall’altro invitasse il pubblico a focalizzare il proprio sguardo voyeuristico sul dolore di un uomo. E’ e rimane un testo comico ma ciò non significa che debba essere comico anche l’atteggiamento di chi lo interpreta. Il senso del lavoro di regia, in un’ultima analisi, è stato proprio ricercare una disperazione solitaria e isolata, un atto di masochistica e consapevole autodistruzione, una messa alla berlina di una condizione limite che per la sua stessa natura limite abbraccia un disagio più universale ed esistenziale andando a graffiare tutti i seduti in sala. In questo modo, l’inevitabile finale che attende il personaggio diventa una possibilità, un sospiro di sollievo per chiunque abbia avuto o stia avendo il suo personalissimo tramezzino tautologico.   
Selezione Roma Fringe Festival 2019 
Drammaturgia: Mauro Tiberi

INFO E PRENOTAZIONI
3471952912 | presente@teatroazione.org

SEGUICI SU FACEBOOK
www.facebook.com/rassegnapresente

#fancy-title-5c4170103f1ad a{ color: #393836; }

Spettacoli
venerdì 8 e sabato 9 ore 20.30 | domenica 10 ore 18.00

Teatro Azione | Scuola di recitazione
via dei Magazzini Generali 34

#fancy-title-5c4170103f635 a{ color: #bbbbbb; }