RISCRIVERE “THE MERCHANT OF VENICE”: APPROPRIAZIONI E TRAVESTIMENTI | Mauro Parrinello, Francesca Montanino

Ai partecipanti è richiesta la lettura de “Il mercante di Venezia” ed consigliata: Feltrinelli, Trad. Agostino Lombardo.

Tra le opere più controverse dell’intero corpus shakespeariano, the Merchant of Venice non smette di ammaliare l’occhio contemporaneo che continuamente a questo testo torna, appropriandosene, vivisezionandolo, tentando di farlo risuonare con il presente.

A partire dal secondo Novecento il destino di The Merchant of Venice nella letteratura e nel teatro occidentali si apre a nuove, variegatissime possibilità. Il corpus shakespeariano viene passato al setaccio da un universo culturale che lo frammenta e lo ricompone, se ne appropria in quanto patrimonio condiviso per ospitarlo in territori nuovi, siano essi altri generi, forme o modi espressivi. Il Merchant è una delle opere di Shakespeare più soggette a queste continue riletture. La sua natura polifonica, quel convivere nel suo intreccio elaborato di elementi romantici, comici e seri attirano particolarmente l’occhio novecentesco sempre alla ricerca di sovvertimenti, rovesciamenti e contrapposizioni di senso. Le molte zone d’ombra che il Merchant ospita vengono poste sotto la lente d’ingrandimento di un universo critico eterogeneo che di volta in volta le rilegge alla luce dei propri presupposti teoretici. In questo processo di ‘vivisezione’, Shylock continua ad essere il principale oggetto del contendere. Il più grosso fantasma che aleggia sul Merchant dal secondo dopoguerra è la tragedia dell’Olocausto: da allora sembra quasi impossibile affrontare l’opera senza un riferimento più o meno esplicito alla tragedia recente. Per molti il confronto con il testo shakespeariano rappresenta un’urgenza fondamentale, un tentativo affannoso di ripensare la Storia mettendo in discussione i suoi miti. Nel monologo Shylock, one-man show di grande successo scritto da Gareth Armstrong, e ora riproposto in una versione italiana ideata e tradotta dalla Compagnia dei Demoni e Offrome, è all’ebreo Tubal, unico amico di Shylock, che viene lasciato l’onere/onore di ripercorrere la fitta trama dell’opera, e di avvicinarci all’universo privato del ben più famoso amico. Tuttavia, la polifonia dell’opera è tale che molte potrebbero essere le voci legittimate a offrire “una propria versione dei fatti”: l’ereditiera Porzia, ricca e sola, a cui viene affidato l’ingrato compito di “deus ex machina” dell’universo cristiano; Bassanio, signorotto veneziano apparentemente dedito al vizio e amante del denaro, eppure non privo di spirito e arguzia. O ancora il mercante Antonio, a cui è stato usurpato il ruolo di protagonista, a favore del ben più famoso Shylock: Antonio, a cui Shakespeare riserva l’onore di aprire la commedia con uno dei più belli (e controversi) incipit di tutta la sua opera…

#fancy-title-5a13af006a1a3 a{ color: #636466; }

Queste suggestioni attorno al Merchant of Venice costituiscono il terreno delle nostre giornate di lavoro: dopo un’immersione teorica all’interno di alcune delle principali riscritture novecentesche del Mercante, si tenterà una personale “appropriazione” dell’opera. Tutti i partecipanti al laboratorio verranno invitati a riscrivere una scena della commedia, a offrire un proprio punto di vista, a eleggere una propria voce. Il lavoro di scrittura sarà affiancato da un lavoro sulla scena, a partire da suggestioni che gli attori stessi, con il lavoro di improvvisazione, produrranno. Una vera e propria “officina Shakespeariana”,  composta da attori e drammaturghi di compagnia o aspiranti tali, verrà allestita durante le giornate di lavoro. A seconda della quantità di tempo a disposizione e dell’articolazione del laboratorio, il risultato può essere mostrato in momento pubblico o semplicemente condiviso all’interno del gruppo di lavoro

#fancy-title-5a13af006a446 a{ color: #636466; }

Per iscriversi è necessario inviare richiesta e un curriculum vitae a segreteria@teatroazione.org

Per gli allievi di Teatro Azione sono previsti 8 posti riservati a un prezzo ridotto. Per informazioni rivolgersi in segreteria negli orari di apertura. 

#fancy-title-5a13af006a6cc a{ color: #636466; }

MAURO PARRINELLO (Compagnia dei Demoni)
Già allievo di Michele Di Mauro e Leo Muscato, dopo il diploma alla Scuola di Recitazione del Teatro Stabile di Genova, è diretto da Valerio Binasco in Noccioline di Fausto Paravidino per il Teatro Eliseo di Roma. Recita nel film Giorni e nuvole di Silvio Soldini, Fuori Mira di Eric Bernasconi (uscita Novembre 2014), nel cortometraggio Free-go presentato ai CIAK D’ORO 2013, nella sit-com Piloti di RaiDue e per RaiTre interpreta il personaggio dell’orchetto Leo nella Melevisione. E’ interprete e regista di numerosi cortometraggi indipendenti. Con Leo Muscato torna a lavorare per il teatro dell’Opera di Cremona come maestro d’arte scenica per gli allestimenti di Pagliacci e La voix humaine, ed affianca Paolo Hendel nella lunga tournèe di Molière, a sua insaputa.  Per la Compagnia DeiDemoni ha curato numerose regie, tra cui, nel 2012 il testo inedito in Italia di David Mamet Il motore ad acqua che ha debuttato al Teatro Stabile di Genova nel maggio 2012. Nel Maggio 2013 cura per il Teatro Stabile di Genova la regia di Fratelli di Sangue – Elling, del norvegese Axel Hellstenius. A ottobre 2013 debutta il monologo Shylock di Gareth Armstrong di cui è interprete e regista. Nel 2014 è attore e regista dello spettacolo “Three Wishes/Tre Desideri” co-prodotto da OffRome, Bottega Rosenguild e Pierfrancesco Pisani, che si aggiudica il premio alle arti sceniche L.A.Petroni di Brescia.

#fancy-title-5a13af006a94c a{ color: #636466; }

FRANCESCA MONTANINO (OffRome)
Dopo il biennio specialistico in “Didattica e Pedagogia del Teatro”all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” di Roma, è dottore di ricerca in letterature comparate presso l’ Università di Siena. Ha curato per Editoria&Spettacolo le monografie:
Marco Martinelli- Monade e Coro e Diari per una regia teatrale entrambi pubblicati nel 2005.  Nel 2011 è tra le fondatrici del circuito di produzione e promozione teatrale OffRome, per cui si occupa di produzione, organizzazione e distribuzione. Nel 2013 ha curato la traduzione del testo di Gareth Armstrong Shylock, (produzione Compagnia deiDemoni e Offrome).

#fancy-title-5a13af006abcc a{ color: #636466; }

La Compagnia dei Demoni nasce nel 2006 da allievi diplomati alla Scuola di Recitazione del Teatro Stabile di Genova, per mettere in scena un  frammento da I Demoni di Dostoevskij per la regia di Renzo Trotta. Lo spettacolo (Demoni) viene presentato a diversi festival estivi nella provincia ligure e, nel febbraio 2007, al Teatro Duse di Genova. L’estate successiva la Compagnia si cimenta con l’allestimento di un altro classico, Il misantropo di Molière. Dal 2008 la compagnia inizia ad occuparsi di allestimenti di testi contemporanei inediti sotto la direzione di Mauro Parrinello, L’esame di Andy Hamilton, nel 2009 La guerra di mio padre di Robert Ford (co-diretto con Massimo Malagugini) e, nel 2010, Hate Mail di Bill Corbett e Kyra Obolensky. Nel 2012, Jacopo Maria Bicocchi e Gisella Szanislò sono impegnati nella realizzazione de l’Odore del Mondo, monologo scritto e interpretato dalla stessa Szaniszlò a partire da un reportage di Concita de Gregorio e vincitore del premio “Fuori Luogo – 2009″ di Napoli. Sempre nello stesso anno, oltre ad un adattamento da Stranalandia di Stefano Benni curato da Jacopo Bicocchi, Massimo Malagugini e Gisella Szaniszlò dal titolo Diario da Stranalandia in cui gli attori (Massimo Malagugini e Gisella Szaniszlò) recitano e disegnano, la Compagnia debutta all’interno della stagione del Teatro Duse di Genova con l’adattamento di un testo di David Mamet inedito in Italia: Il motore ad acqua per la regia di Mauro Parrinello.

#fancy-title-5a13af006adfc a{ color: #636466; }

SABATO 30 APRILE dalle 10.00 alle 17.00 (1 ora pausa pranzo) 

#fancy-title-5a13af006b03c a{ color: #636466; }

Per informazioni e prenotazioni:
segreteria@teatroazione.org |06 574 33 99 (lun-ven 15.30-19.30)
SHAKESPEARE RE-LOADED | PROGRAMMA COMPLETO

#fancy-title-5a13af006b2ba a{ color: #636466; }
Related Posts